Albo Pretorio on line

Albo Pretorio on line

D.Lgs. n.33 del 14/03/2013

Amministrazione Trasparente

Anticorruzione L.190/2012

Anticorruzione L.190/2012

Amministrazione Aperta

Amministrazione Aperta

AUTOCERTIFICAZIONE

Autocertificazione Online

Accessibilità



questo sito e' conforme alla legge 4/2004

Posta Elettronica Certificata

PEC

Gli indirizzi PEC del Comune

Cambio di Residenza

Cambio di residenza

Web Gis

Web Gis

Fotogallery

    Tropea

ANSA.it - Empty RSS

Benvenuti nel portale del Comune di Panettieri

Sulle origini di Panettieri, si hanno notizie certe, che fu fondato nel corso del XVI e XVII secolo, da "Coloni" provenienti dalla città di Scigliano, che attirati dall'ottima prospettiva economica, offerta dal monastero di Santa Maria di Corazzo, decisero di stabilirsi in questo fazzoletto di terra distante dalmonastero solo 5 Km circa.

Intorno al monastero di Corazzo, ricadente nel territorio di Castagna, ( frazione di Carlopoli ), sorto presumibilmente intorno al 1050 d.C. guidato prima dai Benedettini poi dai Cistercenzi, con la presenza significativa di Gioacchino da Fiore, erano presenti importanti attività economiche quali agricoltura, pastorizia, artigianato, lavorazione del formaggio e della lana, che portarono alla nascita di insediamenti urbani, detti "Casali". E' storicamente provato che Panettieri sorse come "Casale" di Scigliano intorno al 1600, mantenendo legami amministrativi e fiscali con la suddetta città.

 

Lo storico di Scigliano Accattatis, sulle origini di Panettieri, sostiene che l'erezione del paese, non fu molto anteriore al 1650 e con il terremoto del 1638, che si abbattè sulla Contea di Martirano, Panettieri cominciò a prendere consistenza. L'Accattatis parla, di un certo Carlo Mancuso, che costruì qui la prima vera abitazione. Inoltre a conferma, lo storico Accattatis menziona Mons. Francesco Monaco, vescovo di Martirano, che con un decreto emanato in 23 Aprile del 1612, eresse a parrocchia Castagna e vi assegnò come parrocchiani anche gli abitanti del "Casale" di Panettieri.

Per molto tempo la popolazione di Panettieri, fu soggetta alle parrocchie di Diano Scigliano e Castagna. Per i fedeli il disagio era notevole, sia per la distanza che per le strade, difficili da percorrere soprattutto d'inverno. Maturò così l'esigenza di avere una propria Chiesa parrocchiale e i capo famiglia chiesero al vescovo di Martirano l'elevazione della Chiesa di Panettieri a parrocchia.

Panettieri ottenne l'indipendenza amministrativa il 25 Gennaio del 1820 divenendo comune autonomo.

Precedentemente a questa data, Panettieri aveva seguito le vicende politico-amministrative di Scigliano, in quanto suo "Casale", mentre con la legge n. 360 del 1 Maggio, Panettieri fu assegnato sotto la giurisdizione del comune di Colosimi, fino all'autonomia del 1820.

 

Per quanto riguarda l'etimologia del nome "Panettieri", Rohlfs e Alessio richiamano la parola calabrese "Panettèri" che vuol dire fornaio e quindi probabilmente, Panettieri deve il suo nome alla grande abilità dei suoi abitanti, nell'arte di panificare.

COMUNE DI PANETTIERI

VIA RISORGIMENTO 35 - 87050 PANETTIERI (Cosenza)

TEL: 0968.82018 - FAX 0968.82178 

E-MAIL info@comune.panettieri.cs.it | PEC comune.panettieri@asmepec.it

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.257 secondi
Powered by Asmenet Calabria